Home Kyoto Daruma-dera (Horin-ji)
Daruma-dera, Horin-ji, Kyoto, Giappone

Daruma-dera (Horin-ji)

Il tempio di Kyoto pieno di bambole Daruma

Guida

A ovest del Castello di Nijo e del Palazzo imperiale di Kyoto esiste un piccolo tempio buddista molto caratteristico, uno di quei luoghi poco conosciuti, soprattutto dai turisti, anche se quel giorno fu una scoperta anche per la ragazza che mi faceva da guida, che mi confessò di non averne mai sentito parlare prima che gli chiesi di accompagnarmici 🙂

Il nome di questo tempio è Horin-ji, appartiene alla scuola Myōshin-ji della setta Rinzai e la sua fondazione risale al 1727; per evitare che venga confuso con il più conosciuto Horin-ji di Arashiyama, è chiamato affettivamente con il soprannome di Daruma-dera, e come è facilmente intuibile, la sua caratterista è proprio la presenza di quest’oggetto votivo in grandissima quantità e varietà.

Raccontato in modo molto veloce, i Daruma fanno parte della cultura giapponese e raffigurano la persona di Bodhidharma, ovvero il fondatore del Buddismo Zen; solitamente sono in cartapesta, con il corpo rosso senza arti ed il volto rosa con baffi e barba nera stilizzata; gli occhi non hanno le pupille perché la tradizione vuole che debba essere il suo possessore a disegnare la prima pupilla quando esprime un desiderio, e la seconda quando il desiderio si avvera.

Dopo aver colorato entrambe le pupille, il daruma andrebbe riportato al tempio presso cui è stato comprato per essere bruciato e purificato (solitamente con l’anno nuovo). In questo caso, però, il tempio raccoglie una collezione di più di 8.000 bambole Daruma, donate dai fedeli, che sono raccolte nella Daruma-dō del tempio e visibili a tutti i fedeli ed i turisti.

C’è ne sono di ogni tipo, dimensione, forma, colore e materiale, alcuni sono raffigurazioni classiche altre hanno un aspetto a volte strano, quasi incutono timore; la sala non è molto grande, o meglio, è riempita talmente tanto che consiglio di non addentrarsi troppo per evitare di far cadere qualcosa; ma anche stando all’ingresso è tutto ben posizionato e visibile.

Sui Daruma più grandi, a volte, vengono anche apposte delle strisce di carta che riempiono l’intera figura e su cui sono scritti i desideri dei fedeli.

Ma il bello di questo tempio e che è possibile trovare daruma dappertutto, non solo sotto forma di bambole, ma anche come dipinti, intagli, tegole ed addirittura nella forma delle finestre.

La sala a due piani chiamata Shusei-dō di colore bianco e rosso vermiglio è totalmente accessibile, in realtà non ci sono limitazioni praticamente in nessun luogo del Daruma-dera; qui sono anche conservate le tavolette mortuarie di circa 800 tra attori, registi, scenografi e personaggi appartenenti al mondo del cinema giapponese. Sembra che inizialmente le tavolette erano situate nell’abitazione del presidente dei Nikkatu Uzumasa Studio di Kyoto, ma furono trasferite qui a seguito della seconda guerra mondiale.

Sul lato sinistro della Shusei-dō c’è un piccolo giardino zen (verde) che rappresenta le poesie dei “Dieci Buoi”, che nella pratica Zen rappresentano il progresso per raggiungere l’illuminazione buddista; in fondo al giardino fa bella figura di se una bella statua di bue.

I primi giorni di febbraio si tiene il Daruma Setsubun, ovvero il matsuri durante il quale si bruciano le bambole daruta, mentre il primo di novembre si tiene l’anniversario della morte di Bodhidharma.

All’ingresso vi verrà data anche una piccola brochure, ma tutto è solo in giapponese.

 

Mappa, come arrivarci

Indirizzo: 457 Yukuecho, Kamigyo Ward, Kyoto, 602-8366

Il Daruma-dera dista 2.5 km dall’ingresso del Castello di Nijo e circa 10 minuti a piedi dalla fermata Enmachi della ferrovia Sagano Line; è anche possibile prendere sia l’autobus n. 205 dalla Stazione di Kyoto o il n. 203 dalla stazione Gion-Shijo, in entrambi i casi la fermata di destinazione sarà Nishinokyo Enmachi.

 

Accesso, orari e costi

Giorni di chiusura
Aperto tutto l’anno ad eccezione delle giornate in cui potrebbero svolgersi eventi speciali.

Orari
Il Daruma-dera è aperto dalle ore 09:30 alle ore 16:30.

Costi
Il prezzo di ingresso al tempio è di 300 JPY a persona.

 

Galleria fotografica

Fabrizio Chiagano
Fabrizio Chiagano
Web Developer, UX e UI Designer. Abbastanza Nerd, appassionato di tecnologia, fotografia, cinema, documentari e marketing. Ovviamente, patito di anime, cucina e cultura Giapponese. Vivo a Milano ^_^

VadoInGiappone.it Social

Hotel in Giappone



Booking.com