Guida

Il Tempio Toji è uno dei templi buddisti più antichi di Kyoto; il suo nome significa letteralmente “tempio orientale” o “tempio a est” in virtù della sua posizione; infatti è stato costruito sul lato est dell’entrata principale della città in opposizione al suo tempio gemello, il Tempio Saiji (che significa, appunto, “tempio occidentale” o “tempio a ovest”), che purtroppo oggi non esiste più. Questi erano i templi a guardia della capitale.

Oggi il tempio Toji, situato a soli 15 minuti a piedi dalla stazione di Kyoto, rimane famoso per la sua pagoda a 5 piani, chiamata Goju-no-to ed alta 57 metri, che rimane la pagoda di legno più alta di tutto il Giappone. Fino al 1964 fu anche la costruzione più alta della città, poi fu superata dalla Torre di Kyoto. Purtroppo è andata a fuoco ben quattro volte nella sua storia ma è stata sempre ricostruita rispettando il design originale, così come tutti gli altri edifici del tempio. Il piano terra della pagoda è aperto al pubblico, anche se non sempre ed in base alla stagione, mentre gli altri piani non sono accessibili; all’interno sono posizionate 4 statue del Buddha (una in ognuna dei quattro punti cardinali) oltre a molti dipinti colorati.

Oltre alla pagoda, il tempio è composto anche da altre strutture. La sala principale, il Kondo, è il primo edificio che si avvista arrivando dall’entrata meridionale, ed è il più grande di tutto il plesso. Questo, dopo essere andato a fuoco nel 1486 e rimasto distrutto per gran tempo, fu ricostruito nel 1603, nel periodo Edo, in uno stile diverso, più moderno per l’epoca, ovvero in stile Momoyama. Qui è conservata una grande statua in legno di Yakushi Nyorai, il Buddha della Medicina, e dei suoi attendenti, i bodhisattva Nikko e Gakko.

Accanto alla sala Kondo, si trova la sala conferenze, ovvero la sala Kodo. Questa è stata costruita nel 825 da Kobo Daishi ed è andata anch’essa a fuoco nel 1486 insieme al Kondo, ma fu ricostruita subito dopo mantenendo lo stile originale. All’interno sono ospitate 21 statue di buddha, bosatsu e divinità guardiane a formare un mandala con al centro il Buddha Dainichi, rappresentante l’universo spirituale.

Il Jikido è un altro edificio, una volta era il refettorio del tempio, ma oggi è diventato un negozio di souvenir ed un coin locker per depositare i propri bagagli.

Infine, nella parte ovest del plesso, al di fuori dell’area a pagamento, è visitabile la Sala Miedo (ovvero la sala del fondatore) che risale al 1380 ed era la residenza di Kukai (altro nome di Kobo Daishi). Oggi, sull’altare al suo interno, è situata una statua di Kukai, tesoro nazionale, che però viene tenuta chiusa a chiave e non è osservabile se non in determinati orari e giorni, ovvero il 21 di ogni mese (in concomitanza con l’anniversario della morte di Kobo Daishi e dell’apertura del mercato di Kobo-ichi), dalle 06:00 alle 07:30 di ogni mattina (quando alla statua viene servita una colazione cerimoniale) e durante altri eventi commemorativi speciali.

Il 21 di ogni mese, in onore dell’anniversario della morte di Kobo Daishi, all’interno del tempio si tiene un famoso mercatino delle pulci chiamato “Kobo-san” o “Kobo-ichi”, con centinaia di bancarelle, che inizia alle prime luci dell’alba e rimane aperto fino alle 16:30 circa. Qui è possibile trovare di tutto, da oggetti di antiquariato a vestiti, da porcellane a giocattoli, da cibo vario a piante e bonsai, da utensili per la calligrafia a quelli per la cerimonia del tè. Infine, la prima domenica di ogni mese, si tiene un altro piccolo mercato di antiquariato chiamato “Garakuta-ichi”.

 

Storia

La costruzione del Toji risale al 796, all’inizio del periodo Heian, a soli due anni da quando la capitale del Giappone fu spostata a Kyoto. Nell’823, circa trent’anni dopo la sua costruzione, il 25° imperatore del Giappone, l’imperatore Saga, nominò Kobo Daishi, il fondatore della setta Shingon, a capo del tempio, trasformando il Toji in uno dei quartier generali di maggior importanza del buddhismo Shingon, subito dopo quello del Monte Koya. A Kobo Daishi si deve anche la costruzione di vari edifici all’interno del tempio, tra cui la famosa pagoda a 5 piani, tutt’ora visibile da tutta Kyoto ed uno dei simboli della città.

Oggi, insieme a tante altre zone, è patrimonio mondiale dell’UNESCO.

 

Mappa, come arrivarci

Indirizzo : 1 Kujōchō, Minami-ku, Kyōto-shi, Kyōto-fu

Il tempio Toji dista solo 15 minuti a piedi dall’uscita sud della stazione ferroviaria di Kyoto o 5 minuti a piedi dalla stazione Toji, lungo la linea Kintetsu Kyoto.

 

Accesso, orari e costi

Giorni di chiusura
Sempre aperto durante l’intero anno.

Orari
L’intero tempio è visitabile dalle ore 08:30 alle 16:00 (da metà settembre a metà marzo), dalle 08:30 alle 16:30 (da metà marzo a metà aprile) e dalle 08:30 alle 17:00 (da metà aprile a metà settembre).

Costi
E’ possibile visitare gli edifici principali al costo di 500 JPY (800 JPY durante le aperture speciali della pagoda).

Sito ufficiale in inglese
http://www.toji.or.jp/en/

Ti piace quest'articolo?
Metti mi piace alla nostra pagina Faebook per rimanere sempre aggiornato