Guida

Il Santuario di Hikawa è un luogo sacro e storico situato nel quartiere di Omiya, a Saitama. Ha una storia millenaria che sembra risalire al quinto secolo prima di cristo, quindi a quasi 2500 anni fa; fu designato dall’imperatore, per decreto imperiale durante il periodo Meiji, come santuario principale della vecchia provincia di Musashi, che era formata dalle attuali prefetture di Tokyo, Saitama, Yokohama, Kawasaki e parte di Kanagawa.

Questo è anche il santuario capo di altri 290 sparsi in tutto il Giappone, anch’essi chiamati Hikawa, che però sono di piccole dimensioni e per lo più sconosciuti. I kami (Dei shintoisti) venerati in questi santuari sono Susanoo (dio del mare e delle tempeste), Ōkuninushi (dio dell’agricoltura, della medicina, degli affari e “costruttore” del Giappone) e Kushinadahime (dio del riso e moglie di Susanoo).

L’accesso al santuario di Hikawa è un qualcosa di veramente imponente; per arrivarci è necessario percorrere un vialone lungo di circa un chilometro, racchiuso tra antichi alberi di olmo giapponese e lanterne (queste ultime abbastanza moderne ma comunque in uno stile molto caratteristico), ed attraversare ben tre differenti torii di color rosso vermiglio.

Qui non ho trovato veramente nessun turista straniero ma molti giapponesi in visita al santuario o semplicemente a fare jogging lungo il viale di ingresso e nel parco su cui sorge Hikawa; infatti il santuario è situato all’interno del parco di Omiya, abbastanza esteso, al cui interno sono presenti anche un zoo ed un bel giardino in stile giapponese.

Parlando del parco non posso non soffermarmi a ricordare il parco giochi dei bambini; un qualcosa in stile Giappone anni ’50 che mi ha fatto soffermare un attimo e mi ha riportato alla mente una scena del videogioco/film Silent Hill, poco prima che la giostra cadesse nelle tenebre ed i mostri iniziassero ad uscire dai dintorni, con tanto di canzoncina terrificante. Un qualcosa da provare 🙂

In ogni caso, una volta giunti all’ultimo torii, subito prima di entrare nel santuario principale si attraversa un bel ponte ad arco (non troppo curvato) ed è possibile visitare altri santuari più piccoli dislocati ai suoi lati, oltre a vari stagni.

La porta di ingresso principale, di due piani, vi darà l’accesso ad un’area abbastanza grande, al cui centro è presente una maiden (la sala aperta dove si tengono le dance religiose) oltre alla sala principale e quella per le preghiere; tutto sempre di un bel colore rosso intenso, maiden a parte. Qui ho anche preso un Goshuin, ovvero uno dei timbri che vengono rilasciati dopo una visita ad un santuario o ad u tempio buddista.

Durate le festività, tutto il viale d’ingresso si riempie di bancarelle che vendono street food, come okonomiyaki e takoyaki, ed offrono giochi e gadget.

Devo dire che questo luogo mi è piaciuto veramente tanto ma non so spiegarmi il perché; probabilmente non tanto per la costruzione in se, ma perché ho avuto la fortuna di trovare solo giapponesi in visita, oltre a ben tre matrimoni shinto e due battesimi (anche se la parola battesimo non è proprio giusta, ma per rendervi l’idea); sono stato a girare nei dintorni per più di due ore, fotografando gli sposi, le cerimonie, le miko ed i dintorni del santuario. Un luogo che mi ha reso sereno; credo che ad un certo punto le miko volessero quasi offrirmi un tè, visto che continuavo a girovagare e fare foto 🙂

Una piccola curiosità, il nome Omiya (il nome del quartiere oggi e della città in precedenza) significa letteralmente “grande santuario”, proprio ad impersonificare l’importanza che questo santuario avesse per l’intera zona su cui sorge. Un luogo da visitare assolutamente, al pari di tanti altri più conosciuti a livello turistico.

 

Mappa, come arrivarci

Indirizzo: 330-0803 Saitama-ken, Saitama-shi, Ōmiya-ku, Takahanachō, 4 Chome-1-407

Il santuario di Hikawa dista circa 20 minuti a piedi dalla stazione di Omiya, nella città di Saitama. Quest’ultima è facilmente raggiungibile da Shinjuku in circa 30 minuti di shinkansen sulla linea JR Utsunomiya.

 

Accesso, orari e costi

Giorni di chiusura
Nessun giorno di chiusura durante l’anno.

Orari
Il santuario è aperto dalle 05:30 alle 17:30, con aperture e chiusura anticipate o ridotte di mezz’ora durante i mesi estivi e quelli invernali.

Costi
L’ingresso è completamente gratuito.

Sito in giapponese
Sito ufficiale del Santuario Hikawa

 

Galleria fotografica

Ti piace quest'articolo?
Metti mi piace alla nostra pagina Faebook per rimanere sempre aggiornato