Guida

A sud-est di Kyoto è presente uno dei santuari shinto più famosi di Kyoto e del Giappone, il santuario Fushimi Inari. La sua caratteristica distintiva, che lo rende così famoso, è data dalla miriade di torii color rosso intenso che sovrastano tutti i sentieri che circondano il Monte Inari e che collegano le strutture principali del santuario a quelle più piccole e secondarie.

Ogni singolo torii è frutto di una donazione, e su ognuno di essi è scritto il nome del donatore e la data di donazione (ovviamente quasi tutti i nomi incisi sono in kanji giapponesi, ma osservando bene se ne potranno trovare anche alcuni con nomi europei). Solitamente i prezzi di un torii partono da 400.000 yen per quelli piccoli fino ad arrivare a 1.000.000 di yen per i più grandi.

Il Fushimi Inari è interamente dedicato al dio shinto del riso, Inari. Davanti alle varie strutture e lungo i sentieri potete notare una serie di statue di volpi. Queste sono considerate i messaggeri di Inari e spesso sono rappresentate con in bocca delle piante di riso.

Il sentiero di torii inizia subito dietro l’edificio principale del santuario, ed è composto da una prima serie di torii molto ravvicinati, quasi attaccati gli uni con gli altri, posti su due file separate e chiamate Senbon Torii (letteralmente “migliaia di porte torii”). Man mano che si prosegue fino ad arrivare al punto più alto del sentiero (a 233 metri di altezza), il Kamisha Sinseki, il numero di torii diventa sempre meno denso, fino a ridursi parecchio (forse perdendo leggermente quell’atmosfera che si ha ad inizio percorso).

Lungo il tragitto sono presenti alcuni ristoranti che offrono piatti a tema (ovviamente il menu è molto ridotto) e the. Sono anche presenti alcuni distributori automatici di bibite, fondamentali se non avete con voi una bottiglietta d’acqua. Infatti il percorso totale, tra andata e ritorno, richiede dalle 2 alle 3 ore per essere completato. In ogni caso c’è la possibilità in qualunque momento di fermarsi e ritornare alla base.

Infine, subito prima di arrivare alla base del santuario, sono presenti alcuni ottimi ristoranti di ramen ed un sacco di negozietti e chioschi che vendono cibo da strada.

 

Storia

Il Santuario Fushimi Inari ha origini molto antiche, fu costruito ancora prima che Kyoto divenne la capitale del Giappone nel 794. Nel 942 fu elevato al rango più alto per i santuari shinto. Tra il 1467 ed il 1468, durante la ribellione Onin, il santuario è stato quasi completamente distrutto in un incendio. A partire dal 1500 i sacrari, gli edifici ed i cancelli sono stati ricostruiti e nel 1909 il santuario è stato designato come Tesoro Nazionale.

 

Mappa, come arrivarci

Indirizzo : 68 Yabunouchi-cho, Fukakusa, Fushimi-ku

Il santuario è situato appena fuori dalla stazione JR Inari, oppure è raggiungibile dalla stazione Fushimi Inari lungo la linea Keihan.

 

Accesso, orari e costi

Giorni di chiusura
Nessun giorno di chiusura

Orari
Sempre aperto, dall’alba al tramonto

Costi
L’accesso al santuario è completamente gratuito

Sito ufficiale in inglese
http://inari.jp/en/

 

Galleria fotografica

Ti piace quest'articolo?
Metti mi piace alla nostra pagina Faebook per rimanere sempre aggiornato