Home Ise e Toba Mikimoto Pearl Island
Mikimoto Pearl Island, Toba, Giappone

Mikimoto Pearl Island

L'isola museo delle perle di Toba

Guida

La Mikimoto Pearl Island è situata nella penisola di Shima, poco distante da Ise e più precisamente nella cittadina di Toba; è considerata il simbolo di Toba ed è stato il primo luogo in assoluto al mondo dove si è riuscito a coltivare le ostriche per la produzione di perle.

L’isolotto è oggi un parco a tema che attrae molti turisti, soprattutto giapponesi. Per un terzo è ricoperto di pini e chinquapin giapponesi, mentre sui i restanti due terzi è possibile trovare varie attrazioni come musei e negozi.

Il Pearl Museum è stato il primo museo di perle al mondo, ed al suo interno sono esposti gioielli dei primi del ‘900 e opere di artigianato realizzate interamente con perle di vario tipo, come due corone di perle, oro e diamanti; una ricostruzione in scala 1/90 del castello di Himeji la cui sola base è composta da 19.000 perle, oltre che da oro, platino, diamanti e lacche iridescenti; la Liberty Bell, una campana esposta all’Esibizione mondiale di New York del 1939, realizzata con 12.250 perle e 366 diamanti; la Pagoda a 5 piani di Mikimoto, composta anch’essa da più di 12.000 perle e platino; e altri oggetti d’artigianato molto particolari.

Il Pearl Plaza è un edificio al cui interno sono presenti un negozio di perle ed un ristorante che permette, tra l’altro, di ammirare l’intera baia di Toba.

All’interno della Kokichi Mikimoto Memorial Hall viene illustrata la vita di Kokichi, tra alti e bassi, attraverso fotografie, pannelli esplicativi e oggi a lui appartenuti; è presente anche un modello che raffigura Toba nel periodo Meiji.

E’ anche possibile osservare una dimostrazione di come le Ama, le “donne del mare” che si occupavano di raccogliere le ostriche in mare e riposizionarle dopo l’inserimento del nuovo nucleo per la generazione della perla, oltre che di proteggere ed eventualmente trasferire le ostriche in luoghi più sicuri durante tifoni e maree. Oggi non esistono più, in quanto sono state sostituite da tecniche più moderne di gestione della produzione, ma qui è comunque possibile dare un’occhiata al come si immergevano e svolgevano un tempo il loro lavoro, vestite con la tradizionale machera e “tunica” bianca.

 

Storia

La coltivazione delle perle risale al 1893 ad opera di Kokichi Mikimoto, un imprenditore giapponese che grazie a questa sua innovazione fondò quella che tutt’oggi è il principale marchio giapponese di perle: la Mikimoto. Figlio di un ristoratore di udon, iniziò a fare esperimenti di coltivazione nel 1888, finché non ottenne i primi risultati, per l’appunto, nel 1893 perfezionandoli negli a seguire; aprì il suo primo negozio nel quartiere di Ginza, a Tokyo (dove è ancora presente) e fece nascere l’industria di perle in Giappone; rimase a vivere nella sua città natale, dove portò avanti una campagna di pubblicizzazione turistica della zona.

 

Mappa, come arrivarci

Indirizzo: 1-7-1 Toba, Toba-shi, Mie-ken

Mikimoto Pearl Island dista 7 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria di Toba, che è raggiungibile sia con i treni JR che Kintetsu dalla stazione di Iseshi in 15 minuti (i treni JR costa leggermente meno di quelli Kintetsu). Ci sono circa 2 corse ogni ora nelle ore di punta.

 

Accesso, orari e costi

Giorni di chiusura
Il secondo martedì di dicembre e i due giorni seguenti.

Orari
Il parco è aperto dalle 08:30 alle 17:00 da gennaio a marzo ed a novembre; dalle 08:30 alle 17:30 da aprile a ottobre; e dalle 09:00 alle 16:30 nel mese di dicembre. L’ultimo ingresso è consentito 1 ora prima della chiusura.

Costi
Il biglietto di ingresso costa 1.650 JPY per gli adulti e 820 JPY per gli studenti. Esistono piccoli sconti per i gruppi di più di 20 persone.

Sito in giapponese
Orari con le dimostrazioni delle Ama

Fabrizio Chiagano
Fabrizio Chiagano
Web Developer, UX e UI Designer. Abbastanza Nerd, appassionato di tecnologia, fotografia, cinema, documentari e marketing. Ovviamente, patito di anime, cucina e cultura Giapponese. Vivo a Milano ^_^

VadoInGiappone.it Social

Hotel in Giappone



Booking.com