Guida

L’acquario Kaiyukan di Osaka è uno dei più grandi del Giappone e del mondo, famoso per la grande varietà di animali ospitati ma soprattutto per i mastodontici squali balena. Sono presenti 14/15 vasche che in totale contengono più di 11.000 tonnellate di acqua; è strutturato in modo tale che, dopo essere entrati ed aver attraversato il bellissimo tunnel sottomarino in vetro (vi sembrerà di essere totalmente sommersi dall’acqua blu), sarete condotti fin da subito all’ultimo piano della costruzione (con scala mobile) e da lì riscenderete in modo circolare fino alla base, attraversando 10 differenti zone, ognuna caratterizzata da una regione dell’Oceano Pacifico.

L’edificio è formato da 8 piani ed il tempo indicato per vedere tutte le esposizioni è di circa 2 ore e mezza. Tutte le zone dell’acquario sono strutturate in modo da ricreare l’habitat dell’anello della vita (interno all’anello di fuoco, ovvero la fascia vulcanica pacifica) che, praticamente, racchiude l’intero Oceano Pacifico. Alcune vasche, inoltre, prendono più piani, cosicché è possibile avere diverse prospettive degli stessi animali (sono presenti più di 620 differenti razze tra pesci, anfibi, uccelli e mammiferi).

In determinati orari vengono “sfamati” gli animali ed è possibile guardare quest’operazione. Durante il servizio del pasto, ad alcuni di essi viene anche fatta praticare attività fisica pensata ad hoc, in modo da mantenerli in forma. E’ possibile affiatare un’audio guida in inglese ed utilizzare dei coin locker disposti all’interno della struttura.

Le vasche presenti nell’acquario rappresentano:

  • Foresta del Giappone (con una superficie di 430 m2 e 60 t di acqua) che ospita, come dice il nome, vari animali che vivono nelle foreste del Giappone, come Lontra nana, la salamandra gigante o il salmone giapponese.
  • Baia di Monterey (con una superficie di 250 m2 e 1.050 t di acqua) che rappresenta la zona californiana dell’oceano pacifico; qui si possono ammirare le otarie della California e le foche comuni.
  • Golfo di Panama (con una superficie di 50 m2 e 500 t di acqua) che riproduce la foresta tropicale di Panama ed ospita sia gli animali terresti che i pesci che vivono in tale zona, come il pesce istrice e il Coati rosso.
  • Foresta pluviale dell’Ecuador (con una superficie di 150 m2 e 250 t di acqua) che racconta la foresta tropicale pluviale del rio delle Amazzoni in cui vivono scimmie ragno, iguana verdi, Pirarucu e Capibara.
  • Antartide (con una superficie di 50 m2 e 350 t di acqua) è la patria di varie razze di pinguini che girano tra rocce e ghiacci; qui si possono ammirare i pinguini reali, il pinguino saltarocce (quello con gli strani pennacchi di pelo gialli sulla testa) ed i piccoli pinguini papua.
  • Mare della Tasmania (con una superficie di 260 m2 e 1.350 t di acqua) la cui peculiarità è la grande differenza di temperatura dell’acqua. In natura questo mare si estende dall’Australia alla Nuova Zelanda ed ospita il delfino Lagenorinco dai denti obliqui.
  • Grande barriera corallina (con una superficie di 60 m2 e 480 t di acqua) che non può mai mancare in un grande acquario. Qui è riprodotta la barriera corallina dell’Australia e sono ospitati una vasta varietà di pesci tropicali come i pesci farfalla, i pesci angelo ed i pesci damigella (certo che la razza umana ha dato dei nomi belli strani ai pesci o agli animali…).
  • Mare interno di Seto (con una superficie di 40 m2 e 150 t di acqua) è la vasca più rappresentate per le specie giapponesi. Qui è possibile ammirare il polpo comune, l’orata e l’astice giapponese.
  • Fossa oceanica del Giappone (con una superficie di 40 m2 e 80 t di acqua), che in natura è profonda 800 metri e lunga 800 km, è la patria del più grande granchio del mondo, il Granchio gigante, oltre ad altre specie come il pesce chimera, il pesce trombetta e gli isopodi giganti (ci tengo a farvi vedere che begli animali che sono 🙂 ).
  • Coste del Cile (con una superficie di 40 m2 e 250 t di acqua) è caratterizzata dalla presenza di correnti fredde provenienti dall’Antartide, ricche di minali e placton che, in natura, richiamano migliaia di acciughe. In questa vasca potrete ammirare proprio grandi banchi di acciughe.
  • Stretto di Cook (con una superficie di 40 m2 e 350 t di acqua) che rappresenta la parte di oceano che separa le due principali isole della Nuova Zelanda. Qui sono esposte le tartarughe comuni e i rari pesci mao mao blu e mao mao rosa.
  • Padiglione delle meduse fluttuanti (con una superficie di 289 m2 e 11 t di acqua) che espone ben 600 meduse di 12 specie diverse che, con effetti di luce e suoni, generano un’atmosfera veramente particolare.
  • Oceano Pacifico (con una superficie di 620 m2 e 5.400 t di acqua) è la vasca più grande dell’acquario con ben 9 metri di profondità e 34 metri di estensione. Qui vivono le mante giganti, i tonni rossi, il squalo martello ed il grandissimo squalo balena.

 

Mappa, come arrivarci

Indirizzo: 1-1-10 Kaigandori, Minato-ku, Osaka City 552-0022

L’acquario di Osaka dista 5 minuti a piedi dalla stazione Osakako della linea della metropolitana Chuo. Nell’eventualità è disponibile anche un autobus limousine che in circa 1 ora vi porta dall’aeroporto internazionale del Kansai fino all’acquario oppure la linea 88 dei bus cittadini di Osaka che, in 45 minuti, vi porta da Osaka Station al Kaiyukan.

 

Accesso, orari e costi

Giorni di chiusura
Chiuso un paio di giorni, variabili, a gennaio e febbraio.

Orari
L’acquario è aperto dalle ore 10:00 alle ore 20:00 (dalle 09:30 nei mesi di maggio ed ottobre e da metà luglio a tutt’agosto).

Costi
L’accesso all’acquario costa 2300 JPY.
L’audio-guida è affittabile al costo di 500 JPY.

Ti piace quest'articolo?
Metti mi piace alla nostra pagina Faebook per rimanere sempre aggiornato