Guida

L’Okunoin è forse il luogo più mistico e sacro di tutto il Giappone, un posto indimenticabile che evoca appieno la spiritualità del buddhismo e porta alla luce leggende e miti giapponesi. Qui è situato il mausoleo di Kobo Daishi (il fondatore del Buddhismo Shingon ed una delle persone più venerate del Giappone) che si dice non sia mai morto, ma semplicemente sia in meditazione eterna in attesa dell’arrivo di Miroku Nyorai, il Buddha del futuro. Nel frattempo, Kobo Daishi provvede a dare sollievo a coloro che chiedono la salvezza.

La leggenda vuole che in questo luogo non ci siano morti, ma solo spiriti anch’essi in attesa di Miroku Nyorai. Solamente quando costui arriverà, tutte le anime che riposano nelle sculture o le cui ceneri sono state adagiate davanti al mausoleo di Kukai, potranno risvegliarsi ed incamminarsi al suo seguito.

L’ingresso in questo luogo sacro inizia davanti al ponte Ichinohashi e si estende per circa 2 km prima di arrivare alla Gokusho Offering Hall, dove sono poste una serie di statue raffiguranti il Bodhisattva Jizo, dove i pellegrini pregano per i propri cari defunti (con offerte e gettando acqua sulle statue). Lungo tutto il percorso sono presenti circa 200.000 tra lapidi e sculture funerarie, alcune appartenenti a monaci di spicco, altre a signori feudali del passato.

La Gokusho Offering Hall è l’ultimo avamposto prima del ponte Gobyonohashi, che collega la parte bassa del cimitero al mausoleo vero e proprio. Qui, come all’ingresso del ponte Ichinohashi, i pellegrini dovrebbe inchinarsi a Kobo Daishi prima di attraversare il ponte, in segno di rispetto.

Da questo punto in poi è vietato scattare foto, mangiare o portare bibite con se.

Attraversato il ponte (che è composto da 36 assi, ognuna delle quali incisa con un’immagine di una divinità buddista), sulla sinistra troviamo la pietra di Miroku, un sasso custodito in una gabbia, che acquisisce un peso minore per le persone buone e maggiore per quelle cattive. La prassi è provare ad spostare questa pietra dal suo ripiano più basso a quello più alto utilizzando una sola mano.

A seguire si incrocia il padiglione delle lanterne (la sala Torodo), ovvero la sala principale del culto di Okunoin in cui sono cusodite più di 10.000 lanterne, donate da fedeli, e mantenute perennemente accese. Si narra che alcune di queste lanterne siano accese da più di 900 anni! Subito dietro la sala Torodo troviamo, infine, il cuore del cimitero, il mausoleo di Kobo Daishi.

Al ritorno vi consiglio di seguire il percorso secondario (invece di rifare quello principale). Da qui potrete ammirare anche la modernità del luogo, con tombe nuove e moderne, appartenenti sia a privati sia ad aziende (come ad esempio alla Nissan o alla Komatsu). Inoltre questo percorso è lungo circa la metà rispetto all’altro ed arriva alla fermata dell’autobus Okunoin-mae (che potete poi prendere per tornare indietro se non volete farvi tutto il tragitto a piedi).

Uno dei momenti più suggestivi per visitare Okunoin è sicuramente il Rosoku matsuri, quando i monaci del Koyasan accendono migliaia di lanterne lungo tutto il sentiero del cimitero. Ma anche visitarlo durante la sera e le ore di buio potrebbe avere un fascino speciale, molto diverso da quello diurno (bisogna però fare attenzione perché non tutte le zone sono illuminate e nessuna sala è aperta di notte; inoltre se soggiornate in un tempio buddhista in loco, questo sicuramente chiuderà le proprie porte molto presto, rischiando che non vi facciano più entrare per soggiornare).

 

Mappa, come arrivarci

Indirizzo: 550 Koyasan, Koya-cho, Koya

Il ponte Ichinohashi dista circa 10 minuti a piedi dal centro cittadino (dall’incrocio Senjuinbashi). Potreste prendere anche l’autobus e scendere alla fermata ichinohashi-guchi, proprio davanti al ponte.

 

Accesso, orari e costi

Giorni di chiusura
Sempre aperto

Orari
La Sala delle Lanterne è aperta dalle 06:00 alle 17:30.
La Gokusho Offering Hall è aperta dalle 08:30 alle 17:00.

Costi
L’accesso è totalmente gratuito.

 

Galleria fotografica

Ti piace quest'articolo?
Metti mi piace alla nostra pagina Faebook per rimanere sempre aggiornato