La prenotazione dell’albergo è uno di quegli aspetti fondamentali, subito dopo l’acquisto del biglietto aereo, per l’organizzazione della vostra vacanza. Infatti, dopo aver deciso la durata del vostro itinerario di viaggio in Giappone, bisogna fare in modo che il luogo di soggiorno nelle varie città sia in una posizione ottimale per spostamenti e comodità.

Per città come Tokyo, Yokohama e Osaka, la vicinanza ad una linea della metropolitana è fondamentale. La motivazione è semplice, immaginate di prenotare in una zona distante dal centro o comunque distante da una qualunque stazione, quanto tempo perdereste ogni mattina per arrivare alla fermata più vicina ed iniziare i vostri spostamenti, o ancora peggio, pensate che noia sarebbe voler stare fuori di sera fino a tardi e poi ritrovarsi senza nessun mezzo di trasporto con cui tornare alla vostra abitazione. I taxi in Giappone non sono per nulla economici…

Al contrario, in altre città del Giappone sarebbe ottimale avere una fermata del’autobus vicino all’hotel. Questo perché sono i mezzi migliori per spostarsi in città come Kanazawa, Hiroshima e soprattutto Kyoto.

In ogni caso, un albergo in centro città, è sempre un’ottima scelta. Costi permettendo…

 

Ad ogni città la sua tipologia di albergo

E’ possibile scegliere tra svariate tipologie di alloggio in Giappone, da quelle più economiche a quelle di lusso, da quelle in stile occidentale a quelle in stile giapponese, dai classici alberghi agli appartamenti privati, fino a posti “molto particolari” come gli internet caffè, i love hotel, i capsule hotel o i templi buddhisti.

Secondo la mia esperienza, ogni città merita la sua tipologia di albergo. Cercherò, quindi, di consigliarvi cosa e dove cercare, città per città, sempre con un occhio di riguardo al prezzo.

1Tokyo

Nella capitale il fattore di scelta deve essere la comodità e l’economicità. Non importa che scegliate un appartamento su AirBnB o un albergo su Booking, ordinate per costo più basso e man mano che scorrete l’elenco controllate se la zona è vicino ad una metro o in uno dei quartieri più famosi e serviti della città, come Shinjuku, Shibuya, Ueno o Asakusa. Quindi prenotate 🙂

Se siete in viaggio da soli e volete provare qualcosa di “particolare”, allora potete valutare un Capsule Hotel o un Internet Caffè. I primi sono le famose capsule (un pò come una bara, ma con più confort) che si stanno diffondendo anche negli aeroporti di tutta europa (Italia compresa). I secondi sono delle stanze minuscole dotate di un PC con connessione internet ed una sedia / poltrona da cui usare, appunto, il PC. Ma essendo aperti 24 ore su 24, nessuno vi vieta di dormirci dentro (questi sono veramente economici, potete trascorrere la notte a partire da 1500 JPY). Ma sinceramente, io preferisco evitare queste due possibilità, siamo pur sempre in vacanza, e se dormiamo male la giornata successiva non sarà delle più facili…

A Tokyo non ci sono tanti ryokan ed in ogni caso non mi sembra la città ideale in cui provare quest’esperienza.

2Kyoto

Kyoto è una città fantastica, la mia preferita, in cui tutto vi ricorda la cultura giapponese. Anche qui la scelta preferibile è un appartamento privato o un Hotel in zona centrale, magari nei dintorni della Kyoto Station, o con una fermata dell’autobus adiacente (a Kyoto gli autobus sono il miglior mezzo per spostarsi. Io ad esempio non ho mai usato la metro qui, ma sempre e solo autobus, ed al al primo viaggio, dopo un attimo di panico, ci è voluto veramente poco per capire come funzionavano).

Evitate zone molto distanti come Arashiyama o la zona del Fushimi Inari, rischiate di non trovare autobus dopo una certa ora.

Nell’eventualità abbiate un budget non proprio risicato, allora potreste pensare di soggiornare in un ryokan, c’è ne sono di veramente belli, anche se i costi, spesso, non sono molto economici, ma cercando bene in rete si riesce a trovare qualcosa di bello anche a cifre accettabili.

3Kanazawa

A Kanazawa ci si sposta unicamente con gli autobus (o a piedi o in bici). Non ci sono molte linee e quella della JR (inclusa nel JRP) fa pochissimi orari, soprattutto di sera. In ogni caso, visto che se soggiornerete a Kanazawa non rimarrete sicuramente più di due giorni, piuttosto che stare nei dintorni della stazione, “rischiate” e prenotate un bel ryokan o una casa in stile giapponese nel quartiere Chaya o Nagamachi, ne varrà veramente la pena (nel secondo troverete più locali dove mangiare rispetto al primo. Io comunque ho soggiornato in un ostello con camera privata a Chaya e non ho avuto nessun problema con gli spostamenti. Poi la proprietaria di casa era di una tale gentilezza, ci ha regalato anche una confezione di matcha solo perché gli avevamo chiesto dove comprare la stessa marca che offriva in albergo).

4Osaka

Durante un primo o un secondo viaggio in Giappone, ad Osaka vi consiglio di restarci per massimo due giorni, di più non avrebbe senso, ridurrebbe i giorni da dedicare ad altre città. Quindi andate sicuri su un Hotel, assolutamente vicino ad una delle grandi stazioni della metro come Namba o Shin-Osaka. Io vi consiglio la prima, che essendo vicino a Dotonbori vi permetterà di trascorrere ottime serate tra ristorante e ottimi locali.

Se invece soggiornerete ad Osaka perché dovete recarvi all’aeroporto del Kansai (e magari partire la mattina presto), allora valutate seriamente di spendere qualche soldo in più e di pernottare direttamente nell’albergo all’interno dell’aeroporto stesso, l’Hotel Nikko Kansai Airport. Di una comodità assurda, ci arrivate in treno ed è praticamente all’interno del terminal, con ottimo servizio e belle stanze all’occidentale.

5Koyasan

La visita al Monte Kōya è un obbligo! E qui dovete assolutamente pernottare in un tempio buddhista (anche perché non sono sicuro che esistano alberghi, ma magari si 🙂 ). Non pensate ad un luogo mal gestito e con stanze brutte e strane. I monaci sono ottimi imprenditori qui. Troverete il Wi-Fi in stanza, bagni privati o in comune moderni e pulitissimi ed una cena tipica che va assolutamente provata almeno una volta nella vita (cena vegana tipica buddhista).

I costi non sono bassi, le stanze (spesso incluse di colazione e cena, che poi hanno quasi le stesse portate) si aggirano tra i 9.000 JPY ai 25.000 JPY a persona (da circa 70 euro a 190 euro). Il miglior sito per prenotare un tempio buddhista è Japanese Guest House. Io l’ho utilizzato durante il mio primo viaggio in Giappone, quando ho visitato, per l’appunto, il Koyasan. In pratica è un intermediario che, a seguito della vostra richiesta di prenotazione, contatta il tempio e verifica la disponibilità, il costo preciso e completa la prenotazione per voi.

6Miyajima

In tantissime guide e itinerari consigliati che ho letto in giro, su quasi la totalità si fa riferimento all’isola di Miyajima come una meta da visitare in giornata. Nulla di più falso.

Dormire a Miyajima vi permetterà di girovagare fino a tardi e di ammirare l’isola a pieno durante le ore più belle in assoluto, quelle serali. Pochissimi turisti (rispetto alla mattina-pomeriggio), il mare che riflette le coste di Hiroshima, il Santuario di Itsukushima con il vicino torii perfettamente illuminato ed una tranquillità spettacolare.

I costi, per gli alberghi / ryokan che costeggiano la strada principale, sono alla portata di tutti e sono di una comodità pazzesca perché vicinissimi alla banchina dove attracca il traghetto, in pieno centro ed a due passi dal santuario Itsukushima. Unica pecca e che i negozi ed i ristoranti chiudono prestissimo, tipo alle 20:00.