Una pratica che ho scoperto poco prima di partire per uno dei miei viaggi in Giappone, e che mi ha suscitato subito quella voglia quasi irrefrenabile da collezionista, è la possibilità di raccogliere, gratuitamente, una serie praticamente infinita di timbri da collezione.

Proprio così, in Giappone è possibile trovare timbri praticamente ovunque (vabbè senza esagerare). Quelli più famosi sono sicuramente gli Eki Stamp, ovvero i timbri delle stazioni ferroviarie; Eki, infatti significa Stazione; ma ho scoperto che moltissime delle attrazioni più famose hanno un proprio timbro da poter “collezionare”, come la Tokyo Tower, la Tokyo SkyTree, la Casa del samurai di Kanazawa, il Castello di Himeji, il Castello di Hiroshima e via dicendo. Spesso i timbri vengono installati solamente per eventi speciali mentre altre volte ci sono dei veri e propri “Rally Stamp”, ovvero concorsi in cui vengono messi in paio dei premi a chi raccoglie più timbri o comunque secondo uno specifico regolamento.

Purtroppo, nonostante la precisione maniacale del popolo giapponese, a volte può capitare che il tampone dove bagnare il timbro sia secco ed abbia finito l’inchiostro, in quel caso c’è poco da fare, provate ugualmente anche se il risultato non sarà dei migliori. Mi raccomando, il timbro va unicamente premuto sul tampone, non strofinatelo sopra altrimenti la stoffa del tampone si romperà.

Esistono timbri di ogni forma e dimensione, dal classico quadrato con gli angoli arrotondati, a quelli circolari, triangolari, esagonali e con forme senza una logica precisa. Si va da quelli più piccoli tipo, 5×5 cm, a quelli veramente grandi, come quello di Dotonbori a Osaka (che non c’è stato per intero sul blocchetto che avevo comprato per raccogliere i timbri).

Ogni timbro porta con se la stilizzazione del luogo o dell’evento che rappresenta, e devo ammettere che alcune sono veramente bellissime, la maggior parte simpaticissime, altre, in minoranza, abbastanza brutte… 🙂

Esistono anche dei raccoglitori specifici per alcune tipologie di timbri. Ad esempio alla Tokyo SkyTree si possono collezionare tre timbri differenti sulla sua brochure descrittiva; sulla linea ferroviaria Enoden di Kamakura distribuivano un raccoglitore formato da 2 fogli A4 su cui applicare tutti i timbri; più in generale, almeno per i timbri ferroviari, è possibile comprare, in una delle tante cartolerie delle grandi città, un apposito libricino dedicato a questa pratica, che potete richiedere al personale dicendo “Eki stamp book”, o almeno provarci, perché non tutti sanno cosa sia 🙂

Io, sinceramente, ho preso un piccolo block-notes generico di dimensioni tascabili (mi piaceva quello di OnePiece) ed o usato unicamente quello.

 

Eki stamp, i timbri delle stazioni ferroviarie

La pratica di posizionare dei piccoli stand con un timbro dedicato alla stazione ferroviaria è nato nel 1931 nella stazione di Fukui (tra Kyoto e Kanazawa) e da quel momento si è diffuso, dapprima, su tutta la rete ferroviaria della JR e poi anche su moltissime altre linee secondarie, più o meno importanti, di tutto il Giappone.

Nel 1970, vennero installate 1400 colonnine con timbri in altrettante stazioni JR (ai tempi JNR) di tutto il Giappone, per l’evento promozionale “Scopri il Giappone”. Da quell’anno in poi si tennero vari eventi simili, anche se con nomi differenti. Oggi tantissime stazioni hanno un timbro sempre disponibile, senza la necessità di un evento particolare.

I più “facili” da trovare sono sicuramente quelli presenti nelle stazioni della Yamanote Line, a Tokyo, e quelli delle stazioni dove fermano gli Shinkansen. Anche se, facili da trovare è un parolone, perché a volte sono posizionati all’esterno vicino agli ingressi, a volte all’interno degli Information Center, quindi non visibili all’esterno, altre volte (ma questo soprattutto per le linee più piccole o regionali) dovete chiedere il timbro direttamente agli addetti di controllo nei gabbiotti a lato dei tornelli. In quest’ultimo caso, o se non riuscite a trovare la colonnina, provate a chiedere “Eki stamp” o a fargli vedere un timbro che avete già preso, e solitamente riceverete tutte le indicazioni per raggiungerla.

Se siete fortunati, e non sono già finiti, a fianco dei timbri sono presenti anche dei foglietti, a volte bianchi, altre volte con un disegno particolari sopra, che potete usare sia per fare una prova sia per tenere come ricordo. Considerate, però, se che non avete comprato un taccuino ed i fogli sono finiti, niente timbro.

Altra cosa importante da considerare è che tutti gli stand sono posizionati sempre all’esterno dei tornelli di ingresso, per cui, se non avete un Japan Rail Pass attivo e dovete pagarvi le singole corse, potreste spendere un bel gruzzoletto per fermarvi a tutte e 29 le linee della Yamanote.

Senza saperlo a priori, poi, ho trovato questi timbri anche sulla Enoden Line, che collega Kamakura a Fujisawa, passando per Enoshima; 6 timbri ed un raccoglitore dedicato, che per puro sbaglio, anche questo, mi è stato consegnato alla stazione di Hase, quando ho chiesto se e dove fossero gli stand con i timbri. Io ho preferito tenermi il raccoglitore intatto e continuare la raccolta dei timbri sul mio block-notes.

 

Rally Stamp, le gare di raccolta timbri

I Rally Stamp sono un mix tra delle gare di raccolta timbri e dei concorsi a premi. Praticamente, di tanto tanto, e neanche così di rado, vengono emessi dei timbri particolari per un periodo di tempo limitato, allo scopo di promuovere un evento. Come sempre, i timbri possono essere trovati nelle stazioni ferroviarie, nei pressi di attrazioni turistiche o in determinati negozi e locali. Negli anni se ne sono susseguiti tantissimi, da quelli dedicati ai personaggi di Manga e Anime (Sailor Moon, Detective Conan, Dragon Ball, Pokemon) a quelli dedicati alle città turistiche.

Oltre alla raccolta in se dei timbri da collezione, a volte vengono messi in palio anche dei premi in base al numero o alla tipologia dei timbri. Per darvi un’idea più precisa vi faccio vedere due screenshot del sito dedicato al Momotaro Stamp Rally del 2018 che si è tenuto in tutta la prefettura Okayama.

Eki Stamp, Momotaro Stamp Rally, parte 1Eki Stamp, Momotaro Stamp Rally, parte 2

 

Galleria fotografica, alcuni esempi

Qui ho preparato dei collage con alcuni dei timbri che ho raccolto, quasi tutti nel 2017. Spero vi possa essere utile e far piacere per capire meglio di cosa ho parlato nell’articolo, anche se la qualità delle foto non è il massimo, ma le ho scansionate con lo smartphone 🙂

Questi sono alcuni dei timbri che troverete nelle stazioni della linea Yamanote a Tokyo.

Alcuni Eki Stamp della linea JR Yamanote di Tokyo

Questi, invece, sono alcuni dei timbri che si possono trovare durante la visita alle attrazioni più famose in giro per il Giappone.

Timbri di alcune famose attrazioni del Giappone

Questo, infine, è uno degli stand presenti nelle stazioni di Tokyo, non ricordo preciso quale in questa foto…

Uno degli stand dove raccogliere gli eki stamp sulla Yamanote Line di Tokyo

Ti piace quest'articolo?
Metti mi piace alla nostra pagina Faebook per rimanere sempre aggiornato